Geek Chicken: wheatcakes di zia May & ravioli di MJ #spiderman

Da grandi poteri derivano grandi resposabilità.

Spiderman è forse il supereroe più amato da tutti (tranne da me, a me piacciono quelli ancora più disagiati) e, per questo, negli anni sono moltissimi i film che hanno rappresentato il famoso Uomo Ragno sul grande schermo. Ultimo, in ordine di apparizione, è sicuramente quello di Tom Holland, che io adoro perché sembra abbia una rana in bocca (per la gioia di un mio amico l’ho scritto!). Ma, una cosa che sicuramente non potrà cambiare con gli anni, sono le ricette: nel fumetto, infatti, è presente la famosissima ricetta delle frittelle di zia May, così come nel cartone animato e nel videogioco, dove viene presentata la ricetta come Easter Egg. E, oggi, per celebrare l’uscita dell’ultimo film, Far From Home, ecco non una, ma ben due ricette che Peter tenta di preparare per MJ, dando ovviamente fuoco alla cucina della povera zia!

Wheatcakes di zia May

La parola “wheatcakes” è un sinonimo della più celebre “pancake”. Una costante, però, è quella che queste speciali frittelle vengano preparate con farina integrale e latticello. In casa Parker, zia May le prepara spesissimo, essendo il piatto preferito di Peter.

Ingredienti:
per 2 abbondanti colazioni
  • 150 gr di farina integrale
  • 200 gr di farina di grano saraceno
  • 6 cucchiaini di lievito instantaneo per dolci
  • 500 ml di latticello (in alternativa, latte lasciato per almeno 30 minuti in infusione con succo di limone)
  • 2 cucchiai di melassa (o miele)
  • 2 uova
  • 60 gr di burro + quello per la pentola

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di riposo: 20 – 30 minuti
Tempo di cottura: 3 – 4 minuti

Preparazione.

In una ciotola molto capiente, lavorate insieme 150 gr di farina integrale, 200 gr di farina di grano saraceno e 6 cucchiaini di lievito per dolci.
In un’altra ciotola, versate e mescolate 500 ml di latticello e 2 cucchiai di melassa, fino a quando quest’ultima non si sarà ben sciolta.
Dividete gli albumi dai tuorli e montate a neve ferma i bianchi.
Sbattete leggermente i gialli e unite alla ciotola di ingredienti secchi, lavorando grossolanamente con una forchetta o una frusta.
Aggiungete anche 60 gr di burro fuso e il latte, poco alla volta. Non importa se il composto presenterà dei grumi, cercate di non lavorarlo troppo.
Unite, infine, con l’aiuto di una spatola, gli albumi montati a neve, incorporandoli con movimenti dall’alto verso il basso, con un processo che aiuterà l’impasto ad inglobare aria. Otterrete un impasto morbido, ma compatto, lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti, in modo che l’impasto possa ben rassodarsi.

Scaldate una padella dal fondo spesso e sciogliete un po’ di burro, cercato di ricoprire tutta la superficie. Vi consiglio di tenere un pezzetto di burro in un tovagliolino di carta, in modo da rendere più veloce “l’imburramento” della teglia.

Versate un mestolo di impasto e lasciatelo espandere. Sarà pronto quando la superficie sarà ricoperta di bolle e il sotto sarà ben colorato, giratelo e lasciatelo cuocere per qualche altro secondo. Andate avanti fino a quando non avrete finito tutto l’impasto.

Servite con un pezzetto di burro e tanto sciroppo d’acero!

Ravioli di MJ

Ingredienti: x4 persone

Per le sfoglie:

  • 250 gr di farina 00
  • 100 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 400 gr di carne di maiale
  • 3 spicchi d’aglio tritati
  • 1 uovo leggermente sbattuto
  • 2 cucchiai di erba cipollina tritata
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere

Per la salsa:

  • 125 ml di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di erba cipollina
  • 2 spicchi d’aglio tritato finemente
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di riposo: 20 – 30 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti

Preparazione.

Per la salsa. In una ciotola, mescolate insieme tutti gli ingredienti e lasciate macerare.

Per il ripieno. In una ciotola, mescolate insieme 400 gr di carne di maiale, 1 uovo leggermente sbattuto e tutti gli aromi e lavorate bene con una forchetta, fin quando non saranno ben amalgamati. Coprite con uno strofinaccio o con della pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Per le sfoglie. Lavorate insieme 250 gr di farina con 1 pizzico di sale e 100 ml di acqua. Fate attenzione che, come ogni impasto semplice, a seconda della qualità di farina e dell’umità dell’aria, potrà servirvi meno o più acqua, quindi aggiungetela con attenzione. Il risultato finale sarà quello di un panetto sodo, fresco e non appiccicoso. Lasciate riposare anche questo in frigo per almeno 10 minuti.

Comporre i ravioli. Ripredente la pasta e tagliate in due pezzi di uguale dimensione. Create un lungo salsicciotto e tagliate dei pezzi di circa 3-4 cm e create delle palline. Stendete con un piccolo mattarello, girando spesso la pasta e partendo sempre dal centro, fino a formare una sfoglia rotonda (se non lo avete, va bene anche tirare la pasta con le mani, visto che è molto elastica e quindi si lavora bene). Mettete le sfoglie da parte, per evitare che si attacchino tra loro potete stendere un leggerissimo velo di farina. Prendete la prima sfoglia e ponetela nel palmo ben aperto della mano sinistra. Con l’aiuto di una forchetta, sistemate del ripieno nel centro della sfoglia, compattatelo bene in modo che i bordi siano ben libero e chiedete il raviolo nella forma che più preferite. Io ho eseguito una semplicissima forma a ventaglio, cioè ho chieso a metà il raviolo e poi ne ho pizzicato i bordi. Andate avanti fino a finire sia le sfoglie che il ripieno.
Nel caso in cui le sfoglie dovessero seccarsi, bagnatevi leggermente il dito e passatelo lungo i bordi del raviolo, in modo da rendere più facile la chiusura.

In una padella antiaderente molto larga, versate un po’ di olio e cuocete a fiamma media/alta la parte inferiore dei ravioli. Abbassate la fiamma e versate 125 ml di acqua sui ravioli, coprite con un coperchio e cuocete per almeno 5 minuti. Togliete dalla fiamma e servite con la salsa!

Precedente La storia del gelato Successivo L'angolo del tè: albicocche alla camomilla

2 commenti su “Geek Chicken: wheatcakes di zia May & ravioli di MJ #spiderman

Lascia un commento