gnocchi di patate

Gnocchi di patate integrali con malva

Gnocchi di patate integrali con malva
Gli gnocchi di patate integrali sono un’ottima alternativa agli gnocchi classici. Le farine integrali regalano un ottimo sapore a questi gnocchi! Personalmente, io adoro la farina integrale, quindi, quando nel lontanissimo duemil*coffcoff* ho trovato questa ricetta (non vi dico le foto che c’erano sul blog!), ho subito imitato la ricetta. Oggi, con un po’ più di esperienza anche nella preparazione degli gnocchi e di conoscenza delle farine (sia integrali che non), ho deciso di ripresentare questa ricetta deliziosa: cioè di questi fantastici gnocchi di patate integrali con la malva!
Ai tempi presi la ricetta dal blog Dolce & Salato senza glutine, l’originale la trovate QUI. Io ho apportato qualche modifica, sicuramente hanno un sapore migliore di quelli che preparai per la prima volta! (e anche d’aspetto, fidatevi)



Altre ricette:
Gnocchi di patate (ricetta base)
Gnocchi di borragine (ricetta base)
Insalata di fragole con fiori edibili

gnocchi di patate
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gFarina integrale (circa)
  • 500 gPatate bianche (farinose, adatte per gli gnocchi)
  • 1Uova (medio)
  • 3Sale (prese)
  • 50 gFiori eduli (di malva, foglie e fiori)
  • 2 cucchiaiGorgonzola (colmi)
  • 1/2 cucchiaioBurro
  • 200 gSpeck
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Da come avrete intuito, i fiori di malva sono una parte fondamentale di questa ricetta. Ma di cosa si tratta? Sono dei fiori fantastici: possono essere utilizzati in tutte le loro parti, fiori, foglie e radici. Le radici sono ottime per preparare tisane rilassanti, accompagnate dalla camomilla. Per quanto riguarda i fiori, sono conosciuti fin dall’età di Cicerone, dove venivano utilizzati per debellare la stitichezza.

  2. Iniziate col riempire una pentola di acqua, salate con 3 prese di sale e portate ad ebollizione.
    Lavate con cura 500 gr di patate e immergetele nell’acqua bollente, facendole cuocere fino a quando non saranno morbide (potrete vederlo pungendole con la punta di un coltello).
    Una volta che saranno pronte, scolatele e schiacciatele con uno schiacciapatate, che separerà anche la buccia. Se vi dovesse mancare questo strumento, sbucciate preventivamente le patate e utilizzate un cucchiaio o una forchetta per schiacciare le patate cotte. Lasciatele raffreddare per bene.

  3. Lavate con cura 50 gr di fiori e foglie di malva, asciugateli con delicatezza e uniteli, riducendoli in pezzetti, all’impasto di patate.
    Unite l’uovo e, poco alla volta, i 200 gr di farina integrale. Potrebbe servirvi meno o più farina, quindi unitela un pugno alla volta.
    Perché questa precisazione? Perché dipende dalla qualità delle patate usate, da quanto esse siano vecchie e dalla quantità di acqua che le stesse abbiano assorbito. Ma, soprattutto, se siano ancora troppo calde!

  4. Mescolate il tutto in una ciotola fino ad ottenere un impasto compatto. Ponetelo su una spianatoia e create dei lunghi bastoncini dello spessore di un dito. Tagliate a pezzetti di circa 5 cm e premete ciascun pezzetto su un tagliere riga-gnocchi, i denti di una forchetta o il retro di una grattugia, in modo che ogni gnocco risulti “scavato” sul rovescio e con la superficie decorata. Avrete per ognuno di questo strumento un disegno diverso!

  5. Nel frattempo, portate ad ebollizione una pentola piena d’acqua salata (potete riutilizzare la stessa acqua in cui avete cotto le patate) e, una volta finito di preparare gli gnocchi, cuocetene circa 30 alla volta e, con una schiumarola, toglieteli dalla pentola non appena inizieranno ad emergere.

  6. gnocchi malva

    Preparate il condimento: in una saltapasta, fate saltare leggermente 1 cucchiaio d’olio d’oliva con 200 gr di specke tagliato a pezzetti, giusto per qualche secondo. Togliete dalla fiamma e mettete da parte.
    Nella stessa padella, fate sciogliere mezzo cucchiaio di burro e poi unite 2 cucchiai ben colmi di gorgonzola e fate sciogliere con un po’ di acqua di cottura degli gnocchi. Unite lo speck tenuto da parte e tuffateci dentro gli gnocchi scolati. Condite per bene, fate saltare finquando il condimento non avrà ricoperto tutti gli gnocchi e servite ben caldi, casomai accompagnati da qualche fiore di malva tenuto da parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.