Gnocchi di borragine – Ricetta base

Visto il cambio dell’ora, le giornate si allungheranno, quindi potrete fare delle passeggiate nei campi per raccogliere questa formidabile pianta spontanea: la borragine. Fin da piccola sono innamorata del suo fiore minuscolo e violaceo, da cui si ricava anche un miele niente male! I fiori sono utilizzati per un decotto diuretico, foglie e radici possono essere utilizzate anche per preparare ottimi pranzetti. Un esempio ve lo mostro oggi, con le foglie: sapete di poter preparare gli gnocchi di patate verdi in maniera totalmente naturale? E ne potete approfittare oggi, visto che è festa e c’è da preparare un bel pranzetto di “anteprima” alla Pasqua! Che ne dite, vi ho convinti?

Ingredienti:
X4 persone

  • 200 gr di foglie di borragine
  • 1 kg di patate farinose
  • 300 gr di farina (circa)
  • Sale q.b.
  • Ghiaccio q.b.

Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:

Preparazione:

Sciacquare 1 kg di patate strofinando la buccia e cuocere in acqua bollente fino ad averle tenere (circa 40 minuti – 1 ora). Scolarle, farle freddare leggermente, passarle nello schiacciapatate (senza sbucciarle: lo strumento non farà passare la buccia!) ottenendo una pasta molto liscia. Lasciate raffreddare per bene le patate, altrimenti vi servirà moltissima farina da fargli assorbire.

Lavate accuratamente 300 gr di foglie di borragine e sbollentatele un minuto in acqua leggermente salata. Scolatele velocemente in una ciotola piena di acqua e ghiaccio, in modo da far mantenere alle foglie il loro naturale colore.  Tritatele al coltello e lasciate raffreddare del tutto.

In una ciotola molto capiente, lavorate insieme le patate, le foglie di borragine e 300 gr di farina (la quantità di farina necessaria dipende dalla qualità più o meno acquosa delle patate). Salate a piacere.
Lavorate per bene la pasta e formate dei lunghi bastoncini, dello spessore di un dito. Tagliate dei pezzetti  di circa 5 cm e premete ciascun pezzetto su un tagliere riga-gnocchi, i denti di una forchetta o il retro di una grattugia, in modo che ogni gnocco risulti “scavato” sul rovescio e con la superficie decorata. Avrete per ognuno di questo strumento un disegno diverso!

Cuocete circa 30 gnocchi alla volta (altrimenti si attaccheranno) in acqua bollente salata e con una schiumarola toglierli dalla pentola non appena inizieranno ad emergere. Sistemate in una ciotola e condite con ciò che più preferite.

Il blog è anche su FACEBOOK!
Il blog è anche su TWITTER!

18 commenti su “Gnocchi di borragine – Ricetta base”

  1. Finalmente riesco a venire a vederli. Mi hai convinta eccome solo che lo confesso io non mi azzardo a raccogliere l’erba spontanea: ho paura di sbagliare (anche se ho quel fantastico libro di erbe di cui aveva parlato qualche tempo fa Libera)…mannaggia

  2. Adoro gli gnocchi e questi devono essere deliziosi, mi piace tanto il loro colore vivace!
    Buona giornata!

  3. come mi manca la borragine!!!! mamma mia!!! io ne avevo un vaso immenso sul balcone e mio padre ne ha milioni di piante nell’orto! cii faccio un sacco di cose, ma gli gnocchi mai! giro subito la tua ricetta a papà che potrà apprezzarla! grazie mille cara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.