Banana bread

Banana bread – la ricetta!

Spesso vi capita di trovare una triste banana in giro per casa che urla pietà? Il colore non è più dei migliori? Avete coinquilini che comprano quantità industriali e per poi mangiare una sola banana? (per coinquilini rientra anche la categoria “padre che non può mangiare potassio”) Allora ecco la ricetta perfetta per ingrassare con allegria insieme alle banane!

banan bread caffè

La ricetta che ho fatto oggi, teoricamente è una variante della ricetta originale e quindi viene chiamata “Chocolate chips banana bread”, proprio perchè sono aggiunte della gocce – o scagliette di cioccolato (dei chips, pezzi molto piccoli) all’impasto. Una variante solo perché mi scoccio di comprare le chips, cioccolato c’è lo stesso.

La storia del banan bread è molto interessante, vi è quasi un alone di leggenda, attorno: la ricetta apparve per la prima volta nel 1933 su un libro di cucina intitolato “Balanced Recipes“, dove vi era scritto che si trattava di una ricetta tipicamente americana, ma nessuno l’aveva mai letta o sentita prima. Ebbe però un forte successo, tanto che ora è diventata davvero una ricetta tipica. Il Banana Bread è così famoso da avere un giorno dedicato: il 23 febbraio.

banana bread libri

Altre ricette:
Nana Ice Cream
Biscotti 3 ingredienti
Frullato energizzante

Ingredienti

30 cm teglia da plumcake

  • 2 banane (peso complessivo con la buccia: 340 gr)
  • 1 cucchiaino di limone
  • 2 uova grosse
  • 200 gr di zucchero bianco
  • 1 bustina di vanillina/essenza di vaniglia q.b.
  • 40 gr di burro sciolto
  • 4 cucchiai di latte
  • 340 gr di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 1 bustina di lievito per dolci

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 50-60 minuti

banana bread caffè libri

Preparazione

Lo stampo che dovrete usare per questa ricetta è quello dei plumcake. Ne ho usato uno da 30 cm, ma ovviamente potete usarne uno più piccolo riducendo le dosi.

Preriscaldare il forno a 180°.

Riducete a poltiglia le 2 banane (340 gr) con un cucchiaio e poi versateci sopra il succo di limone per non farle annerire. Mettetele in frigo nel frattempo.
In una ciotola molto capiente, sbattete due uova fino a renderle molto spumose. Aggiungete 200 gr di zucchero, poco alla volta (sempre lavorando con le fruste), 40 gr di burro sciolto e la vaniglia. Unite il latte un cucchiaio per volta, anche per osservare se l’impasto rimane abbastanza spumoso e non liquido (per intenderci: dev’essere simile all’impasto dei pancake).
Aggiungete a pioggia 340 gr di farina setacciata e continuate a mescolare con un cucchiaio. Tenete da parte un 5-10 gr di farina e infarinateci 100 gr di pezzi di cioccolato fondente per non farli cadere sul fondo dello stampo. Unite il sale e il lievito.

Prendete le banane e incorporatele all’impasto con l’aiuto di un cucchiaio. Mescolate il tutto e poi versate nello stampo per plumcake già imburrato e infarinato o foderato da carta forno. Mettete in forno caldo a 180° per circa 50-60 minuti (ovviamente fate la prova stecchino).

Lasciate raffreddare, tirate fuori dallo stampo e servite 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.