Crea sito

Frittata di topinambur

Topinambur, che nome bizzarro. Viene chiamato anche carciofi di Gerusalemme. Sarà perché sa di carciofo? E perché viene da Gerusalemme? Chissà.
La cosa interessante, appunto, è che il topinambur sa di carciofo. Praticamente avrete un carciofo, discretamente facile da pulire, ma senza tutte le sue foglie! E cosa si può preparare con questo famoso tubero? Beh, qualsiasi cosa… Oggi ci facciamo una frittata di topinambur!



Altre ricette:
Frittata di zucca e pancetta
Frittata di fave
Frittata di salsiccia

  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4uova
  • Mezzo bicchierelatte
  • q.b.sale
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 200 gtopinambur

Preparazione

  1. Pulite con attenzione i topinambur, fino ad arrivare ad avere 200 gr di topinambur puliti. I topinambur sono tutti bitorzoluti e strani, qundi è un po’ complicato pesarli prima e dopo!
    Tagliateli in cubetti, il più piccolo possibile. Fateli soffiggere in un dito di olio evo fin quando non si saranno dorato e toglieteli dalla padella.

  2. Sbattete insieme 4 uova con mezzo bicchiere di latte. Nella stessa padella in cui avete cotto i topinambur, potete preparare la vostra frittata. Aggiungete dell’olio, se non sufficiente, versate il composto di uova sbattute nella pentola, unite anche i topinambur e mescolate lontano dalla fiamma per far amalgamare bene tutti gli elementi. Rimettete sulla fiamma e fate cuocere per bene da tutti e due i lati (per girare la frittata potete usare un coperchio o un piatto), dopo aver controllato che il fondo si stacca facilmente con una forchetta e non si sia attaccato nulla. Una volta pronta, servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.