Frittata zucca e pancetta

Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse, piove su i pini scagliosi ed irti, piove su i mirti divini, su le ginestre fulgenti di fiori accolti, su i ginepri folti di coccole aulenti, piove su i nostri volti
silvani, piove su le nostre mani ignude, su i nostri vestimenti leggieri, su i freschi pensieri che l’anima schiude novella, su la favola bellache ieri t’illuse, che oggi m’illude,
o Ermione.
Non sono una grandissima fan di poesie (e di D’Annunzio in generale) ma, qualche giorno fa, ho scoperto un programma su Rai 5 L’attimo fuggente. Ipotizzando fosse il film, con la mia coinquilina siamo rimaste incantate dalla voce del narratore, il quale ha letto proprio questa poesia, alla quale penso ogni volta che piove, come oggi. Ma, un’altra cosa alla quale penso spesso quando piove è il fritto. Non chiedetemi perché, forse la pioggia mi fa venire fame e per me fame significa mangiare schifezze, ma cosa fare quando hai promesso di mangiar sano? La frittata con le verdure.

Ingredienti:
x4 persone
  • 4 uova
  • ½ bicchiere di latte
  • Sale q.b.
  • Olio evo q.b.
  • 1 fetta di cipolla bianca abbastanza spessa
  • 2-3 fette sottili di pancetta tesa
  • 1 fetta di zucca gialla invernale (quelle che si comprano al supermercato in vaschetta)

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti

Preparazione.

Tritate finemente la cipolla e poi fatela appassire in abbondante olio evo. Fate la stessa cosa con la pancetta e unitela nella stessa padella. Cuocete a fiamma bassissima fino a quando non sarà diventata trasparente, solo a quel punto unite la zucca – precedentemente pulita, sbucciata e tritata anch’essa finemente – e fatela cuocere fino a quando non diventa morbida. Salate a piacere.

Nel frattempo sbattete le uova con il latte e un po’ di sale. Una volta che la zucca sarà diventata morbida, versate il composto di uova sbattute nella pentola e mescolate lontano dalla fiamma per far amalgamare bene tutti gli elementi. Rimettete sulla fiamma e fate cuocere per bene da tutti e due i lati (per girare la frittata potete usare un coperchio o un piatto), dopo aver controllato che il fondo si stacca facilmente con una forchetta e non si sia attaccato nulla. Una volta pronta, servite. È ottima con la glassa d’aceto!

Precedente Crostaboo - Crostata alla zucca Successivo I sani venerdì: pasta con la zucca

2 commenti su “Frittata zucca e pancetta

  1. A me piacciono le frittate saporite solo che ho sempre problemi a rigirarle: mi si attaccano sempre un po’ alla padella. Uffi!

Lascia un commento