Crea sito

Tartufini di San Valentino

La ricetta di oggi è davvero San Valentinosa: cosa c’è di meglio che mangiare un dolcetto al cioccolato in questa data? E cosa c’è di meglio dei tartufini al cioccolato?
I tartufini di San Valentino sono davvero facilissimi da fare: tra l’altro potete utilizzare anche una torta già pronta, ma non cotta alla perfezione o tagliata male, in modo da non doverla buttare, ma invece verrà trasformata in uno splendido tartufino di San Valentino!



Altre ricette:
Cuori al caffè
Cuoricini di sfoglia
Muffin alla barbabietola

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni60 tartufini circa
  • CucinaAmericana

Ingredienti

  • 4uova
  • 200 gzucchero
  • 175 gfarina 00 (di tipo debole)
  • 25 gcacao amaro in polvere
  • Mezza bustinalievito in polvere per dolci
  • 2 cucchiaimascarpone (colmi)
  • 2 cucchiaiformaggio fresco spalmabile
  • 2 cucchiainiessenza di vaniglia
  • q.b.granella di nocciole
  • q.b.farina di cocco
  • q.b.cioccolato fondente

Preparazione

  1. truffles

    Per preparare i tartufini, per prima cosa dovrete prepare la torta.
    Preriscaldare il forno a 180°. In una ciotola capiente, mescolare per almeno una decina di minuti con le fruste elettriche le 4 uova intere con 200 gr di zucchero. Unite a poco a poco 175 gr di farina 00 e 25 gr di cacao, ben setacciati. Unite mezza bustina di lievito, continuando a sbattere il tutto. Quando avrete ottenuto un composto ben sodo, pieno di bolle (le noterete perché “esplodono”), controllate che il composto sia ben denso e che scriva: ovvero, alzando le fruste e muovendole sulla superficie dell’impasto, questo letteralmente lasci delle righe. Versate in una teglia imburrata e infarinata di 22 cm di diametro e ponete in forno caldo a 180° per circa 30 – 40 minuti (fate la prova stecchino per controllare che il pan di spagna sia cotto), poi estraete dal forno e lasciate raffreddare per bene. Per evitare che si formi l’umidità all’interno della torta, girate la teglia su uno strofinaccio pulito e lasciate raffreddare in questa posizione fino a quando la torta non sarà fredda e potrete staccarla senza paura che si rovini.

  2. Per la crema. In una ciotola, mescolate insieme 2 cucchiai colmi di mascarpone e 2 di formaggio spalmabile e aromatizzate con 2 cucchiaini di essenza di vaniglia. Lavorate fino a quando non avrete ottenuto una bella crema soda.

    Tagliate la torta a pezzi, fatela raffreddare per un’altra decina di minuti e poi iniziate a sbriciolarla, eliminando eventuali parti più dure. Quando avrete ridotto tutta la torta in briciole, unitela al composto di formaggio e mascarpone. Mescolate per bene e lavorate con le mani fino ad ottenere un panetto. Lasciate riposare per qualche minuto in frigorifero.

  3. Iniziate a formare i truffles. Riprendete il vostro panetto e iniziate a creare tante palline, fino a finire tutto l’impasto.

  4. Decorate i truffles. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria*.
    Con una forchetta, prendete con attenzione un truffles e immergetelo più volte nel cioccolato fuso. Alzate la forchetta, in modo da far scorrere il cioccolato in eccesso e trasferite la pallina in una teglia o un piatto da portata ricoperto di carta forno. Andate avanti fino a finire tutte le palline.

  5. *sciogliere il cioccolato a bagnomaria: rompete il cioccolato in pezzetti piccoli e regolari. Ponete due teri dei pezzi di cioccoalto in una ciotola resistente al calore. Riempite la pentola con acqua sufficiente a sfiorare la ciotola che verrà sovrapposta. Deve inserirsi di misura, in modo che il vapore non fuoriesca. Ponete sul fuoco medio per scaldare l’acqua a un bollore fremente, non fate bollire. Fate fondere il cioccoalto molto lentamente. Non fate raggiungere una temperatura più alta di quella di fusione (CIOCCOLATO FONDENTE: 55°, CIOCCOLATO BIANCO: 50°). Quando il cioccolato è completamente fuso, rimuovere la ciotola, aggiungere il cioccolato rimasto e mescolare velocemnete con una spatola o un cucchiaio di legno, finché non sarà sciolto anche questo. Lasciate raffredddare un po’, mescolando di tanto in tanto per mantenere una temperatura del cioccolato di 31-32° gradi.

  6. Mentre sono ancora bagnate di cioccolato, decorate come con granella di nocciole o farina di cocco, ma potreste usare anche altri ingredienti: granella di mandorle, tè nero (buonissimi, giuro!), peperoncino, zenzero (buonissimo, zenzero e cioccolato bianco!), cannella, pistacchi, cuori di zucchero… Tutto quello che vi viene in mente!

  7. Lasciate rassodare in un luogo freddo o in congelatore (in realtà va bene anche il frigorifero)

    E così il vostro regalo di San Valentino è pronto, non vi resta che posizionarli in una bella scatolina e regalarvi a chi preferite 🙂

    Per conservarli più a lungo, chiudeteli in una scatola ermetica e teneteli in frigo per un massimo di 3 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.