pizza in teglia con sugo

Ricetta impasto della pizza in teglia – ricetta base

Ricetta base per la pizza fatta in casa
Qual è il piatto più amato dagli italiani? La pizza! Ma quanti sanno preparare la pizza in casa? E, soprattutto, in quanti sanno come fare la pizza?
Sicuramente, in questi giorni, ci saranno tantissime ricerche di “ricetta pizza fatta in casa”, effettivamente ho fato anche io questa ricerca, ma alla fine ho deciso di affidarmi a una ricetta di pizza trovata su un vecchio libro di mia madre, dove viene ben spiegato anche come preparare la pizza nel forno di casa!
Quindi, siete pronti a preparare una deliziosa pizza casalinga?

Altre ricette:
Pane fatto in casa
Pizza con i cicoli

pizza in teglia con sugo
  • DifficultyEasy
  • Preparation time30 Minutes
  • Rest time2 Hours
  • Cooking time20 Minutes
  • Serving4
  • CuisineItalian

Ingredienti

  • 500 gFarina
  • 350 mlAcqua (circa)
  • 10 gLievito di birra fresco
  • 1 teaspoonZucchero
  • 10 gSale
  • 2 spoonsOlio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Prendendo 50 ml d’acqua dai 350 ml degli ingredienti, scaldateli leggermente e fateci sciogliere all’interno 1 cucchiaino di zucchero e 10 gr di lievito di birra. Lasciate riposare fin quando sulla superficie non si saranno formate delle bollicine.

  2. Ponete 500 gr di farina in una ciotola, distribuite circa 10 gr di sale sulla superficie e mescolate. Create una fontana con un buco al centro e versate il composto di acqua e lievito, mescolando per bene. Tenete una mano pulita per aggiungere i restanti 300 ml di acqua, poco per volta, e 2 cucchiai di olio evo.

  3. Attenzione: dipende moltissimo dal tipo di farina utilizzata, dall’umidità nell’aria e da altri fattori, ma non abbiate paura! Impastate vigorosamente fino a quando la pasta non si staccherà dalle pareti della ciotola e formate una palla, che dovrà essere morbida ed elastica.

  4. Spostate la pasta su una superficie infarinata. Cospargete anche la pasta di farina e iniziate a lavorare, tirando l’impasto con una mano mentre con l’altra lo si tiene fermo. Proseguire a impastare fino a quando la pasta non si staccherà con facilità dalla spianatoia. Spiegare e distendere la pasta più volte finché risulterà morbida ed elastica. Se la pasta si attacca al piano da lavoro, infarinatelo leggermente.

  5. Mettete la pasta così ottenuta in una ciotola molto capiente (anche quella che avete usato per lavorarla, ovviamente pulita e ben asciutta) e fate riposare in un luogo caldo* fino a quando non avrà triplicato il suo volume. Io ci faccio sempre una croce, è un ottimo metodo per notare quanto sia cresciuto il vostro impasto!

  6. *un luogo caldo potrebbe essere accanto ai termosifoni, il caminetto. Se non possedete nulla di tutto ciò, potete riscaldare il forno alla temperatura minima per circa 5 minuti e, a forno spento, dopo aver ricoperto per bene il vostro panetto con uno strofinaccio, metterlo ben nel forno fino a quando non sarà lievitato.

  7. Riprendete il vostro panetto, ormai ben lievitato e impastatelo velocemente, in modo da farlo ritornare alla sua forma iniziale. Dovrete essere molto veloci in questa fase perché il lievito è ancora in azione.

  8. Preriscaldare il forno a 220° – 230°.

  9. Stendete la pasta in una teglia unta (o ricoperta di carta forno) di 28 cm di diametro e fate riposare per qualche minuto.

  10. Cospargete con il vostro ripieno preferito: qualche idea?
    Aglio e olio: uno o due spicchi d’aglio tritati, un cucchiaio d’origano, sale, 2 cucchiai di olio.
    Margherita: 300 gr di pomodori pelati sgocciolati e spezzettati, 200 gr circa di mozzarella fior di latte ben sgocciolata, mezzo spicchio d’aglio tritato, un cucchiaino d’origano, 2 – 3 foglie di basilico, 2 cucchiai di olio evo, sale.
    Marinara: 300 gr di pomodori pelati sgocciolati e spezzettati, capperi sgocciolati (a piacere), 2 acciughe dissalate e spezzettate, 2 cucchiai di olio evo, una manciata di olive nere.

  11. Ponete in forno ben caldo a 220° per circa 15 o 20 minuti. Servite calda.

Note

Note sul lievito: se utilizzate quello in polvere, a seconda della marca che utilizzerete, il lievito potrebbe metterci più tempo o meno tempo a far crescere la vostra creazione. Vi consiglio di toccare un lato del panetto: se toccandolo questo torna subito su, allora l’impasto è pronto, altrimenti riscaldatelo ancora avvolgendolo con delle coperte o mettendolo in un luogo caldo. L’impasto dovrà aver triplicato il suo iniziale volume.

Vi do anche un altro consiglio: quando comprate il lievito di birra fresco, se non lo utilizzate tutto o non lo utilizzate in quel momento, congelatelo e tiratelo fuori quando sarà necessario.

6 commenti su “Ricetta impasto della pizza in teglia – ricetta base”

  1. In questo periodo anch’io ho fatto qualche volta la pizza in casa, insieme a mio marito, e il risultato, anche se buono (ci spazzoliamo anche le briciole, come si suol dire), non è perfetto; non capiamo cosa, ma c’è sicuramente qualcosa da migliorare. Ben vengano i consigli! 🙂

  2. A trovarlo il lievito di birra!!!! Niente.. nè fresco e nè secco.. Ho dovuto fare una focaccia con il lievito istantaneo pensa te! Un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.