Risotto agli asparagi

La ricetta di oggi è, come quella di ieri, un rifacimento. Un grande ringraziamento va a questo tempo pazzo, che ha permesso agli asparagi di crescere abbondantemente!
Mio padre, per evitare che i gambi vadano sprecati, li utilizza per preparare un delicato brodo, col quale bagnare il risotto e io gli ho ovviamente copiato l’idea: sia io che lui siamo grandi amanti dei risotti!

Ingredienti:
x4 persone
  • 1 mazzetto di asparagi selvatici (circa 300 gr interi)
  • 1 litro e mezzo d’acqua
  • 30 gr di burro (+ una noce per mantecare)
  • 1 cipolla bianca piccola
  • Sale q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 320 gr di riso Carnaroli
  • Parmigiano grattugiato q.b.

Tempo di preparazione: 2 ore circa

Tempo di cottura: 20 – 30 minuti

Preparazione:

Per prima cosa, lavate accuratamente gli asparagi, rompeteli in pezzi piccoli fino a quando non incontrerete la parte dura del gambo. Mettete quest’ultima da parte. Le parti morbide dell’asparago potete porle in un recipiente chiuso e farle riposare in frigo mentre preparate il brodo.
In una pentola capiente, versate l’acqua e i gambi di asparagi. Portate a ebollizione e salate. Abbassate al minimo la fiamma, coprite con un coperchio e fate cuocere per almeno due ore. Una volta pronto il brodo, potete iniziare a preparare il risotto!
Tritate finemente la cipolla bianca e ponetela in una padella antiaderente molto capiente con 30 gr di burro.
Cuocete a fiamma medio/bassa fin quando la cipolla non sarà diventata trasparente, quindi versate 320 gr di riso e lasciate tostare, mescolando di tanto in tanto, per qualche minuto. Sfumate con 1/2 bicchiere di vino, mescolando vigorosamente il riso.
Quando si sarà assorbito, iniziate ad unire il brodo, un mestolo alla volta. Una volta che il riso sarà giunto a metà cottura, unite le teste degli asparagi messe da parte e fatele cuocere col riso. Continuate a mescolare e a versare brodo fino a quando il riso non sarà cotto.
Spegnete e lasciate riposare per un paio di minuti. Mantecate con il parmigiano reggiano grattugiato e una noce di burro, mescolando per bene. Infine, servite, decorando con qualche pezzetto di asparago tenuto da parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: