Pasta fresca con farina di castagne – ricetta base

Qualche anno fa avevo provato la curiosa pasta con farina di castagne di Grembiule da cucina e devo dire: top!
Ovviamente l’ho rifatta e rifatta e rifatta ancora!
Ho provato perfino vari condimenti: col sugo, in bianco, coni funghi. E li ho adorati tutti!

Voi avete mai provato la pasta fresca con farina di castagne? Facilissima da fare, con un sapore tutto autunnale!
Consigliata!



Altre ricette:
Pasta fresca fatta a mano
Cannelloni ripieni di carne e verdure
Lasagne con pesto di pistacchio

pasta fresca castagne
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana
389,06 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 389,06 (Kcal)
  • Carboidrati 66,80 (g) di cui Zuccheri 8,90 (g)
  • Proteine 15,00 (g)
  • Grassi 6,96 (g) di cui saturi 2,09 (g)di cui insaturi 2,50 (g)
  • Fibre 8,00 (g)
  • Sodio 562,72 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 200 gfarina di castagne
  • 200 gfarina 00 (+ altra per la spianatoia)
  • 4uova
  • Mezzo cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 5 gsale

Preparazione

  1. In una ciotola capiente, versate 200 gr di farina di castagne e 200 gr di farina 00. Mescolate grossolanamente con l’aiuto di una forchetta.

  2. Create una fontanella (spostando la farina verso i lati e lasciando un buco al centro con poca farina sul fondo) e versate al suo interno 4 uova intere e mezzo cucchiaio di olio evo.

  3. Cospargete 5 gr di sale sulle farine e poi iniziate a mescolare il tutto, aiutandovi prima con una forchetta. Passate a lavorare con le mani quando l’impasto inizierà a compattarsi.
    Lavorate l’impasto fino a quando non si staccherà facilmente dai bordi della ciotola e dalle mani. Se dovesse essere necessario, unite poca farina alla volta.

  4. Lavorate la pasta per almeno una decina di minuti: dovrà risultare liscia e soda. Formate una palla.

  5. Infarinate la spianatoia e il matterello, schiacciate la pasta con i palmi delle mani e iniziate a stenderla col matterello, allargandola, a poco a poco, in una forma più o meno regolare. Di tanto in tanto avvolgete la pasta sul matterello e tiratela in senso contrario, cioè facendola girare. (ovviamente potete utilizzare anche la nonna papera!)

  6. Quando sarà alta circa 1 mm, sarà pronta. Potete scegliere anche in questo caso se procedere a mano o utilizzare la nonna papera. Nel caso scegliate di tagliarle a mano, ecco il procedimento: lasciate asciugare la sfoglia per qualche istante e poi arrotolate la sfoglia su se stessa e, con un coltello a lama liscia, tagliatel delle strisce di 6 mm. Stendete le tagliatelle così ottenute su un piano infarinato e lasciate riposare fino all’utilizzo.

  7. Ora a voi l’ardua sentenza: con un buon ragù o con un battuto di funghi appena raccolti? Io ho provato entrambe le versioni e mi trovate ancora indecisa, ma su una cosa non ho dubbi: queste tagliatelle sono buonissime!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.