Crea sito

Pepperoni pizza – Geek chicken

Che cos’è la mistica pepperoni pizza di americana memoria? Perché si chiama pepperoni pizza? Quali disturbi affliggono gli americani per chiamarla pepperoni pizza?
Prima risposta: la pepperoni pizza è la pizza più conosciuta, venduta e rifatta su territorio americano. Costa una cosa come 35 dollari (a’ facc’ ra pizza!) ed è richiestissima. Non vi sognate di andare in America e non assaggiarla, perché è buona. Giuro.
Seconda risposta: perché si chiama pepperoni pizza? Da qui un qui pro quo con un mio amico: “ho fatto la pepperoni pizza” “non vedo peperoni su questa pizza” “ho scritto pepperoni” “eh non vedo peperoni e non capisco perché tu sia dislessica”. Ora immaginate la stessa cosa ma con uno che parla inglese da un lato e uno che parla un inglese maccheronico dall’altro. Un modo molto simpatico per dire che, no, pepperoni non deriva da peperoni, ma da “pepper”, “pepe”, ingrediente ben visibile all’interno del salame nostrano.
E quindi, quanto è veloce il passaggio da pepper a pepperoni fino a giungere a pepperoni pizza?



Il film.
Ora parliamo del motivo serio per cui continuo a dire pepperoni pizza su questo blog. Ieri ci sono stati gli Oscar. Ero in dubbio sul vincitore di Miglior Film, quest’anno, quindi ho puntato su quello più facile da indovinare: miglior film d’animazione. E chi, se non Soul, avrebbe potuto vincere?
Joe, direttore di una banda musicale delle scuole medie, sogna di suonare all’Half Note, un prestigioso locale di New York. Dopo 20 anni di tentativi, finalmente riesce a ottenere una serata. Tuttavia, un colpo di scena rovina i suoi piani: muore. BUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH



Altre ricette:
Ram don, piatto coreano a base di carne e spaghetti di Parasite (Miglior Film)
Pollo fritto alla KFC di Green Book (Miglior Film)
Hollywood Hotshot e Stunt Double di C’era una volta ad Hollywood (Miglior attore non protagonista)

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni1 pizza
  • CucinaAmericana
219,10 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 219,10 (Kcal)
  • Carboidrati 24,78 (g) di cui Zuccheri 0,79 (g)
  • Proteine 11,04 (g)
  • Grassi 9,27 (g) di cui saturi 4,20 (g)di cui insaturi 4,42 (g)
  • Fibre 4,63 (g)
  • Sodio 563,12 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

Per l’impasto della pizza.

  • 250 gfarina (di tipo forte (240 – 300 w))
  • 5 glievito di birra fresco
  • 5 gsale
  • 175 mlacqua (circa)
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva

Per il condimento.

  • 150 gpomodori pelati
  • 150 gmozzarella (mozzarella cheese, cioè na robaccia americana brutta. In alternativa scamorza o del formaggio a pasta molle tipo galbanino)
  • Mezzo spicchioaglio
  • Mezzo cucchiainoorigano secco
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 100 gsalame napoletano

Preparazione

  1. Prendendo 25 ml d’acqua dai 175 ml degli ingredienti, scaldateli leggermente e fateci sciogliere all’interno 5 gr di lievito di birra. Lasciate riposare fin quando sulla superficie non si saranno formate delle bollicine.

  2. Ponete 250 gr di farina in una ciotola, distribuite circa 5 gr di sale sulla superficie e mescolate. Create una fontana con un buco al centro e versate il composto di acqua e lievito, mescolando per bene. Tenete una mano pulita per aggiungere i restanti 175 ml di acqua*, poco per volta, e 2 cucchiai di olio evo.

  3. Attenzione: dipende moltissimo dal tipo di farina utilizzata, dall’umidità nell’aria e da altri fattori, ma non abbiate paura! Impastate vigorosamente fino a quando la pasta non si staccherà dalle pareti della ciotola e formate una palla, che dovrà essere morbida ed elastica.

  4. Spostate la pasta su una superficie infarinata. Cospargete anche la pasta di farina e iniziate a lavorare, tirando l’impasto con una mano mentre con l’altra lo si tiene fermo. Proseguire a impastare fino a quando la pasta non si staccherà con facilità dalla spianatoia. Spiegare e distendere la pasta più volte finché risulterà morbida ed elastica. Se la pasta si attacca al piano da lavoro, infarinatelo leggermente.

  5. Mettete la pasta così ottenuta in una ciotola molto capiente (anche quella che avete usato per lavorarla, ovviamente pulita e ben asciutta) e fate riposare in un luogo caldo* fino a quando non avrà triplicato il suo volume. Io ci faccio sempre una croce, è un ottimo metodo per notare quanto sia cresciuto il vostro impasto!

  6. *un luogo caldo potrebbe essere accanto ai termosifoni, il caminetto. Se non possedete nulla di tutto ciò, potete riscaldare il forno alla temperatura minima per circa 5 minuti e, a forno spento, dopo aver ricoperto per bene il vostro panetto con uno strofinaccio, metterlo ben nel forno fino a quando non sarà lievitato.

  7. Riprendete il vostro panetto, ormai ben lievitato e impastatelo velocemente, in modo da farlo ritornare alla sua forma iniziale. Dovrete essere molto veloci in questa fase perché il lievito è ancora in azione.

  8. Preriscaldare il forno a 220° – 230°.

    Stendete la pasta in una teglia unta (o ricoperta di carta forno) di 28 cm di diametro e fate riposare per qualche minuto.

  9. Preparate il condimento: schiacciate 150 gr di pomodori pelati con mezzo spicchio d’aglio, mezzo cucchiaino di origano e 1 cucchiaio di olio evo. Mescolate per bene, in modo da far amalgamare il tutto.
    Grattuggiate 150 gr di mozzarella cheese (o scamorza o formaggio a pasta molle tipo galbanino) e tenete da parte.

  10. Cospargete la vostra pizza con il sugo, siate abbondanti. Ricoprite con la mozzarella cheese grattugiata e, infine, sistemate le vostre fettine di salame napoli su tutta la superficie.

  11. Ponete in forno già caldo (CALDO) nella parte più bassa del forno, impostando la cottura solo dal basso, per circa 15 – 20 minuti (controllate la cottura alzando leggermente la pizza) e, una volta cotta, spostate nella parte alta del forno e impostate la cottura solo dall’alto e fate cuocere per altri 5 – 10 minuti.

  12. Servite calda, guardando Soul.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.