Brioche morbida al matcha (vegan) – l’angolo del tè

Questo mese avevo voglia di preparare una brioche morbida. Ma non avevo le uova. Non avevo il burro. Non c’era assolutamente nulla! Cosa fare?
Ho trovato una ricetta fantastica, l’ho modificata per benino e ho fatto un nuovo esperimento: perché non creare una brioche morbida al matcha? Ed ecco che dopo qualche esperimento, sono riuscita a raggiungere la consistenza corretta anche per la parte al matcha!
E questa brioche morbida al matcha è risultata amatissima dal pubblico a casa, che l’ha fatta fuori in meno di mezza giornata!
E voi, siete pronti a stupire tutti con una brioche morbida senza lattosio e senza uova?



Il tè.
Tè Verde Matcha Biologico in Polvere – MySuperFoods – 15 euro 100 gr
Avevo letto recensioni negative su questo prodotto, ma in realtà è assolutamente perfetto, anche per il prezzo. Il colore è molto brillante, di un bellissimo verde. Appena si apre la confezione, si percepisce un ottimo odore, fresco, ma pungente. Il colore finale del tè, sciolto in acqua, è di un verde scuro e il profumo resta persistente.



Altre ricette:
Biscotti al matcha senza glutine e senza lattosio
Matcha latte
Shortbread al matcha

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • PorzioniStampo da 26 cm
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 125 gfarina 00 (di tipo debole)
  • 125 gfarina Manitoba
  • 100 mllatte vegetale
  • 30 mlolio di semi
  • 50 gzucchero di canna
  • 1 cucchiainotè verde Matcha
  • 7 glievito di birra fresco

Preparazione

  1. Per preparare la brioche morbida al matcha, come prima cosa dovrete preparare il lievitino.
    Riscaldate leggermente 120 ml di latte vegetale con mezzo cucchiaino di zucchero. Sciogliete al suo interno 7 gr e 2 cucchiai di farina (presi dai 125 gr di farina 00). Mescolate per bene e lasciate riposare in un luogo caldo coperto per circa 30 minuti: il lievito inizierà a fare effetto quando sulla superifice avrà creato una sorta di schiuma.

  2. Mescolate la restante farina 00 con 125 gr di farina manitoba e 50 gr di zucchero di canna. Unite il lievitino e i 30 gr di olio di semi. Mescolate il tutto fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati tra loro. Dividete l’impasto a metà.

  3. Sciogliete 1 cucchiaio di tè matcha in un paio di cucchiai di acqua e ponetelo in una ciotola. Lavoratelo con uno dei due impasti, fino a quando non si sarà ben amalgamato (se necessario, aggiungete poca farina). Lavorate per almeno 5 minuti, in modo da ottenere un impasto liscio.
    Lavorate per circa 5 – 10 minuti anche l’impasto bianco.
    Ponete in due ciotole diverse a lievitare in un luogo caldo per almeno un paio d’ore.

  4. A questo punto, se l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, riprendetelo e sgonfiatelo, per poi reimpastarlo velocemente e rimettetelo a lievitare ancora per altre 2 ore (o fino al raddoppio): questa operazione servirà ad accelerare ulterioremente la lievitazione, aiutando il lievito a fagocitare gli zuccheri.

  5. Pronti per l’ultima fase della vostra brioche morbida al matcha: la forma!
    Una volta che i due impasti saranno lievitati, stendete con un mattarello su una superficie pulita l’impasto chiaro, fino allo spessore di 2/3 cm.
    Fate la stessa cosa con l’impasto verde.

    Poggiate l’impasto verde su quello chiaro e fateli aderire tra loro stendendo ancora con il mattarello.
    A questo punto, arrotolate per il lato corto il vostro impasto.

  6. Foderate con della carta forno uno stampo da 26 cm per plumcake (sarebbe uno stampo normale), ponete il vostro rotolo al suo interno e fate lievitare fino a quando la pasta non si sarà triplicata (cioè avrà superato il bordo dello stampo. Ci vorranno dalle 2 alle 3 ore.

  7. Preriscaldate il forno a 180° (forno elettrico statico).
    Una volta che il forno sarà ben caldo, ponete la vostra brioche morbida al suo interno e fate cuocere per 25/30 minuti.

  8. Una volta che il plumcake sarà ben cotto (cioè sarà dorato in superficie e cotto all’interno alla prova stuzzicadente), estraetelo e, mentre è ancora bollente, spennellate con acqua in cui avrete sciolto qualche cucchiaino di zucchero (o del succo d’arancia): spennellate fin quando la superficie non sarà ben lucida.
    Lasciate raffreddare e servite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.