Crea sito

Risotto ai carciofi

Il risotto ai carciofi è un risotto davvero stupido. Vi basteranno dei carciofi (ovvio) e del riso (ancora più ovvio). Pensate che il risotto ai carciofi è così semplice che vi stupirete del risultato! L’unica alternativa rispetto ai risotti ai carciofi che vedo in giro (penso, in realtà non è che ne ho guardati molti) è che ho creato una cremina scema di carciofi, perché ne avevo mangiata una spettacolare e subito mi è balzata l’idea di creare un risotto con questa crema: la ricetta del risotto ai carciofi era già sul blog, ma senza crema, perché non sperimentare per bene?



Altre ricette:
Risotto all’arancia senza cipolla e burro
Risotto al tè al gelsomino
Risotto al nero

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4carciofi
  • 1 lacqua
  • 400 griso Carnaroli
  • 30 gburro
  • 50 gcipolla bianca
  • 20 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • Mezzo bicchierevino bianco secco
  • q.b.sale
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Per preparare il risotto ai carciofi, per prima cosa lavate con attenzione 4 carciofi, togliete tutte le foglie esterne e ponetele in una pentola capiente. Tenete da parte i cuori e le foglie tenere, ponendole in acqua fredda con un po’ di succo di limone (per evitare che si anneriscano).

  2. Ricoprite le foglie con 1 litro d’acqua, portate ad ebollizione e salate a piacere. Fate sobollire per almeno 20 minuti.

  3. Tritate finemente 50 gr di cipolla e fatela appassire in una pentola capiente con 20 gr di burro. Mescolate con attenzione, in modo da non farla bruciare.

    Unite 400 gr di riso carnaroli e fatelo tostare per qualche minuto. Alzate la fiamma e sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco secco.

  4. Iniziate ad aggiungere il brodo bollente, un mestolo alla volta, mescolando spesso.

  5. Nel frattempo, fate rosolare per qualche minuto i cuori di carciofi, tagliati in strisce sottili per il lungo, e le foglie tenere, in una padella con 1 cucchiaio e mezzo di olio evo. Quando saranno ben colorati da entrambi i lati, scolate e tenete in caldo i cuori.

  6. Ponete, invece, le foglie tenere in un bicchiere per frullatore a immersione o in un robot da cucina, unite mezzo cucchiaio di olio evo, un po’ di brodo e frullate il tutto. Allungate ancora con del brodo e unite al riso.

    Fate cuocere il risotto a fuoco medio – basso per circa 15 minuti (o per il tempo indicato sulla confezione).

  7. Spegnete la fiamma e lasciate riposare per qualche minuto. Unite 20 gr di parmigiano grattugiato e 10 gr di burro e mantecate il risotto, mescolando.

  8. Distruibuite nei piatti, decorate con i cuori di carciofi tenuti da parte e con delle scaglie di parmigiano.

Alternative

Potete unire anche del bacon o dello speck croccante.
Per questa ricetta potete utilizzare anche dei carciofi surgelati, vi basterà cuocerli ancora congelati!

2 Risposte a “Risotto ai carciofi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.