Crea sito

Torta Foresta nera

La torta foresta nera è famosissima, forse una delle torte più famose al mondo. Per dirne una, è la torta preferita di mio zio, la mangia praticamente ogni domenica.
Quest’oggi, però, non vi darò la mia ricetta della torta foresta nera, ma la ricetta di una mia amica, che chi frequenta il blog conosce bene: Antonietta. Questa torta, infatti, era già presente sul blog, con le sue fotografie, ma siccome le sto rifacendo tutte, eccola qui nella mia brutta versione a soli due strati (non sono stata capace di far di meglio!).
La sua torta foresta nera ha ben quattro strati di pura goduria!

Tra l’altro sapete perché questa torta si chiama “foresta nera”? Esistono moltissime storie sull’origine sia della torta che di questo particolare nome ma, la storia più banale, è dovuta alla presenza di moltissimi alberi di ciliegio all’interno della famosa Foresta Nera, una regione montuosa della Germania. Questo avrebbe portato all’utilizzo di questo frutto in molti dolci, tra cui, appunto, la torta foresta nera.



Altre ricette:
Brioche arrotolate al cioccolato
Torta menta e cioccolato
Torta al limone e cioccolato

foresta nera
  • DifficoltàAlta
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • PorzioniTeglia 20 cm
  • CucinaTedesca

Ingredienti

Per il pan di spagna

  • 100 gfarina 00 (di tipo debole)
  • 50 gfecola di patate
  • 40 gcacao amaro in polvere
  • 150 gzucchero
  • 5uova
  • q.b.essenza di vaniglia
  • 1 pizzicosale

Per il ripieno e la decorazione

  • 250 mlpanna fresca liquida
  • 50 gzucchero a velo
  • q.b.essenza di vaniglia
  • 300 gamarene sciroppate
  • q.b.cioccolato fondente (spalmabile)
  • q.b.cioccolato fondente

Per la bagna

  • q.b.sciroppo di amarene
  • q.b.acqua

Preparazione

  1. Per il pan di spagna della torta foresta nera.

    Preriscaldare il forno a 180°.

    Lavorate 5 tuorli d’uovo con 150 gr di zucchero, fino a quando non saranno diventati chiari e spumosi.
    Setacciate 100 gr di farina 00 con 50 gr di fecola di patate e unitele a poco a poco al composto di tuorli e zucchero. Setacciate anche 40 gr di cacao amaro in polvere e aggiungete anche questo alle uova, sempre poco alla volta. Setacciando le polveri non avrete grumi all’interno del vostro impasto e unendole poco alla volte non renderete il vostro impasto secco.

  2. Montate a neve ferma 5 albumi. Unite poco alla volta al composto, con movimenti circolari dal basso verso l’alto.
    Per una maggiore comodità, potete dividere il vostro impasto in 4 stampi da 20 cm, livellando la quantità in modo che sia uguale per tutti gli stampi.
    Se decidete di utilizzare un solo stampo da 20 cm, attenzione ai tempi di cottura: ovviamente una torta più alta cuoce in più tempo.
    Cuocete i vostri 4 stampi a 180° per circa 25 minuti (fate la prova stuzzicadente per vedere se siano cotti: se punzecchiando la torta questo verrà fuori asciutto, allora è cotta!)

  3. Lasciate raffreddare completamente la torta.

  4. Per la crema.
    Montate 250 ml di panna fresca con 50 gr di zucchero a velo e 1 cucchiaino di essenza di vaniglia (o una bustina di vanillina). Scolate 300 gr di amarene, mettendo da parte lo sciroppo e toglite circa 10 amarene per la decorazione.

  5. foresta nera

    Diluite lo sciroppo di amarene con dell’acqua e bagnate il primo disco di pan di spagna. Stendete uno strato di cioccolato spalmabile (Antonietta lo suggerisce come trucchetto per tener ben ferme le amarene), ponete delle amarene sciroppate sopra, cercando di farle aderire per bene. Stendete un generoso strato di panna montata e continuate ad assemblare la torta così fino all’ultimo strato. Stendete la panna rimasta intorno alla torta, lasciandone un po’ per la decorazione finale. Ricoprite tutta la superficie e i lati della torta con delle scagliette di cioccolato fondente e terminate con dei ciuffetti di panna sulla superficie e le amarene messe da parte.
    Ponetela in frigo per un paio d’ore prima di servirla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.