paranza

Frittura di paranza

Frittura di paranza.
La frittura di paranza è una frittura di pesce fresco, possibilmente appena pescato. Si tratta di una frittura di pesce di piccolo taglio, come merluzzetti, triglie, alici, ma può contenere, a volte, anche piccoli molluschi (come i moscardini) o crostacei (come i gamberetti).
Solitamente si serve il “cuoppo” di frittura di paranza, cioè un cestino di carta paglia, di forma triangolare, dove viene inserito il pesce appena fritto. Io il cestino l’ho aperto, così potrete ammirare meglio il suo interno: c’è anche la mia parte preferita della frittura di paranza, riuscite a indovinare quale sia?


Altre ricette:
Frittura mista e scialatielli ai frutti di mare
Cotolette di merluzzo
Gamberoni al vino rosso

fritto di paranza
  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 12gamberetti
  • 300 gmoscardini
  • 150 gfarina 00 (circa)
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 4merluzzetti
  • 300 galici fresche

Preparazione

  1. paranza
  2. Lavate con cura ed eviscerate i 4merluzzetti e 300 gr di alici. Eliminate eventuali residui da 300 gr di moscardini e dai 12 gamberetti. A piacere, potete privare i gamberetti della testa.
    In una padella capiente, mettete olio abbondante e portatelo a temperatura.
    Nel frattempo, passate i gamberetti nella farina, infarinandoli velocemente: saranno i primi che verranno fritti. Friggete i gamberetti e, quando assumeranno un bel colore, scolateli, asciugateli su carta assorbente, in modo da far assorbire tutto l’olio in eccesso. Salate leggermente.

  3. Infarinate ora i moscardini, sempre con lo stesso procedimenti di prima, e fate friggere anche quest’ultimi.
    Ora toccherà alle alici: infarinatele leggermente e friggetele. In foto avrete notato che ci sono due tipi diversi di impanatura, il secondo non è propriamente da paranza, ma è il mio preferito, quindi faccio uno strappo alla regola e le impano anche in questo modo!
    Infine, toccherà ai merluzzetti. Con molta attenzione, infarinateli, cercando di ricoprirli del tutto e poi, sempre con delicatezza, fateli friggere.
    Scolate tutto su carta assorbente e servite, con uno spicchio di limone o al naturale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.