Torta mimosa

Torta mimosa – torta all’ananas

La torta mimosa è così chiamata per la particolare copertura fatta con il pan di spagna, che la fa somigliare all’omonimo fiore. Da subito, quindi, è diventata simbolo della festa delle donne, ne esistono infinite versioni.
Questa, in particolare, mi è la torta cavallo di battaglia di mia madre, la ricetta le fu data da una zia che si trasferì in Toscana e che adorava preparare torte piene di crema. Chissà da dove la prese, ai suoi tempi!

torta mimosa maglione giallo

Vi consiglio, come dice sempre mamma e come diceva sempre mia zia, questa volta la mia zia romana, di preparare la torta il giorno prima, così sarà super iper mega deliziosa quando la servirete!

Altre ricette:
Cocktail al cioccolato
Cocktail mimosa
Crostini mimosa

Ingredienti

Teglia 26 cm

Ingredienti: x26 cm di teglia

  • 500 gr di farina 00
  • 500 gr di zucchero bianco
  • 10 uova
  • 1 pizzico di sale fino
  • 2 bustine di lievito per dolci

Per decorare:

  • 2 confezioni da 850 gr l’una di ananas
  • 1 litro di panna da montare (500 per la decorazione e 500 per il ripieno)
torta mimosa e mimose

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 30-40 minuti
Tempo di riposo: una notte

Preparazione

Preriscaldare il forno a 180°.

In una grossa ciotola, lavorate insieme 10 uova intere e 500 gr di zucchero.
Unite 500 gr di farina, setacciata con 2 bustine di lievito per dolci, a pioggia e continuate a lavorare di volta in volta.
Aggiungete un pizzico di sale e lavorate ancora, fin quando l’impasto non sarà ben compatto e scriverà (ovvero muovendo le fruste sulla superficie con un po’ di impasto su di esse, potrete letteralmente scrivere delle lettere).
Versate l’impasto in una teglia di 26 cm imburrata e infarinata, sbattete qualche volta sul tavolo con delicatezza per evitare che si formino bolle d’aria e poi mettete in forno caldo (a seconda del vostro forno potrebbe metterci un po’ di più) e fate cuocere per 30 minuti.

Superato questo tempo potete fare la prova stuzzicadente, cercando di non aprire troppo il forno altrimenti la torta si sgonfierà. Quando lo stuzzicadente (o la lama di un coltello) sarà asciutto, la torta è pronta. Ora lasciate raffreddare bene fuori dal forno e poi tiratela fuori dalla teglia.

Una volta che sarà ben fredda potete iniziare a pensare al ripieno. Tagliate la torta a metà e scavate la parte sottostante creando una “scodella”. Bagnate il tutto con il succo d’ananas contenuto nelle confezioni. Se vi sembra poco succo o vi sembra troppo dolce, potete allungarlo con un po’ d’acqua. Bagnate la torta fino a quando non diventerà morbida.

Montate la panna e, conservando qualche fetta di ananas per la decorazione della torta, riducete in poltiglia le restanti.
Mettete da parte parte dello “scavo” della torta per la decorazione e il restante unitelo alla panna (500 ml di panna, il resto va anche per la superficie della torta) e all’ananas in poltiglia.
Mescolate il tutto e farcite la torta.
Coprite con il pezzo di sopra e ora decorate con la panna restante, l’ananas e, soprattutto, il pan di spagna che avete conservato.

Servite fette abbondanti e saporite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.