I sani venerdì: bruschette con uva grigliata

Oh oh oh, è arrivato il mio periodo preferito dell’anno, quello della raccolta dell’uva! Mi diverto moltissimo a vedere la gente di città che si emoziona per questa cosa e immagina di poterlo fare… Io mi diverto un sacco a massacrarmi per raccoglierla ahahah
Quest’anno non potrò raccoglierla perché sono impicciata con tantissime altre cose, ma ovviamente non ho tradito alcune tradizioni che mia madre mi ha trasmesso: mangiare l’uva e prepararci qualcosa! Di solito facciamo una torta (c’è anche quella, tranquilli), ma stavolta mi sono portata avanti!

Tra l’altro questa ricetta mi ricorda il primo esperimento, quando ho potuto mangiare l’ultima volta l’uva che piantò mio nonno tipo 40 o 50 anni fa, purtroppo poi il pergolato è crollato e ha distrutto anche la pianta 🙁 ma ricorderò sempre la dolcezza di quell’uva!

Ingredienti:
x4 persone

  • 8 fette di pane casereccio
  • 200 gr di ricotta (possibilmente vaccina)
  • 1 grappolo d’uva bianca (va bene la qualità che preferite)
  • 1 rametto di rosmarino fresco
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 pizzico di sale

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti

Preparazione:

Preriscaldare il forno a 200°.

Lavate accuratamente i chicchi d’uva e staccateli dal grappolo delicatamente. Poneteli in una teglia ricoperta da carta forno e cospargete con 2 cucchiai di olio evo e un pizzico di sale. Lavate anche il rosmarino e spargetelo sull’uva.

Mettete in forno caldo per una decina di minuti (o fino a quando l’uva non sarà diventata morbida).

Preparate ora il pane: potete sia renderlo croccante in padella che in forno. Se decidete per il primo metodo, bagnatelo leggermente con dell’olio d’oliva prima di farlo cuocere su una piastra ben calda. Col secondo metodo, invece, mettetelo semplicemente in una teglia e in forno caldo per una decina di minuti, facendo attenzione a non farlo bruciare.

Assembliamo la bruschetta! Stendete un po’ di ricotta sul pane e poi, con un cucchiaio, mettete un po’ di uva su ogni pezzo di pane.

Servite! Potete decorare con qualche goccia di glassa d’aceto balsamico, ancora più gnammy!


L’uva è dissetante e purificante e nel contempo nutriente, energetica e miniera di virtù terapeutiche! È utile per prevenire l’invecchiamento cutaneo e le patologie a carattere cronico- degenerativo. Infine, favorisce il corretto funzionamento del sistema periferico vascolare e, per ultimo ma non ultimo, vantano buone potenzialità migliorative a livello oftalmico.

Precedente Schiacciata con uva Successivo I menù fuori casa: insalata di ceci

Lascia un commento