Pizza piena (o chiena!)

Si dice che le uova che non si rompono a Pasqua non si rompono più. Effettivamente, moltissime ricette della tradizione pasquale prevedono un uso spropositato di uova e, sicuramente, la pizza piena non è da meno. L’anno scorso vi ho mostrato la versione forse più diffusa, questa che vi presento oggi è la pizza piena beneventana, che viene preparata con pasta frolla salata (invece di pasta lievitata) e con molte più uova… Altrimenti che Pasqua è? Non vi sto riproponendo la ricetta perché sia una delle mie cose preferite in assoluto, no di certo! Però vi straconsiglio questo rustico, perché non tornerete più indietro!

Ingredienti:
x2 teglie da 24 cm
  • 150 gr di strutto
  • 500 gr di farina
  • 20 uova
  • 400 gr di capicollo
  • 800 gr di formaggio primosale
  • sale q.b.
  • acqua q.b.

Tempo di preparazione: 40 minuti
Tempo di riposo: 30 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180°.

Per la pasta frolla. In una ciotola bella capiente versate 500 gr di farina setacciata, 2 uova, il sale e 150 gr di strutto. Iniziate a lavorare l’impasto, aggiungendo acqua poco alla volta (un bicchiere circa dovrebbe bastare). A seconda del tipo di farina che state utilizzando, questa potrebbe assorbire meno o più acqua, quindi fate molta attenzione e aggiungetela fin quando non avrete ottenuto un panetto bello sodo, che si lavora facilmente e la pasta si stacchi bene dalle mani. Avvolgetelo in un panno di cotone e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti circa.

Per il ripieno. Nel frattempo, tagliate a dadini il formaggio primosale e il capicollo (essendo questi due ingredienti molto salati, evitate di aggiungere il sale). In una ciotola capiente, sbattete le rimanenti 18 uova e unite il formaggio e il salume. Mescolate bene.

Per la parte finale. Riprendete il vostro panetto di pasta, tagliatelo in quattro pezzi uguali e stendetene uno alla volta con un mattarello fino allo spessore di mezzo centrimetro. Dopo aver imburrato una teglia di circa 24 cm (oppure utilizzate della carta forno), con l’aiuto del mattarello stesso, ponete il primo strato di pasta e fatelo aderire bene sui bordi. Bucate con una forchetta il fondo del rustico e versate metà del composto nella teglia, distribuendo per bene. Tagliate eventuali eccessi di pasta lungo i bordi della tortiera.

Chiudete, ora, con un altro strato di pasta spesso sempre mezzo centimetro e sigillate bene i bordi. Spennellate di rosso d’uovo tutta la superficie del rustico. Completate il tutto bucando il cenro del vostro rustico con una penna o uno zito spezzato! Con lo stesso procedimento, completate anche la seconda pizza.

Ponete in forno caldo a 180° per circa 40 minuti entrambe le pizze, fin quando non avranno assunto un bel colore dorato e mangiatene in quantità perché è troppo buona!

Precedente Pastiera napoletana (versione con crema pasticcera) Successivo L’angolo del tè: mousse al cioccolato bianco, frutti rossi e fiori di pesco

2 commenti su “Pizza piena (o chiena!)

Lascia un commento