L’angolo del tè: mousse al cioccolato e tè alla liquirizia

La ricetta di questo mese per la mia fantastica (seeee) rubrica del tè l’ho vista su una rivista di cucina. Io l’ho un po’ modificata, aggiungendo – ovviamente! – il tè. Questa volta ho deciso di usare un tè nero aromatizzato alla liquirizia, anice e fiori di fiordaliso. Mi sono innamorata perdutamente di questo tè al Festival dell’Oriente, va detto che ho fatto una vera e propria incetta, presso questo stand: roba davvero ottima (manco fosse droga, ma lo sapete che qualsiasi cosa che dia dipendenza è una droga? Quindi per me è il tè). Vi consiglio assolutamente di provare questa ricetta, non perché l’ho fatto io (ah-ah, ce mancass’!), ma per il risultato: questa è la quinta o sesta volta che la preparo! Tutti coloro che l’hanno assaggiata sono rimasti senza parole nel conoscere gli ingredienti 🙂

Il tè.

Tè nero “Liquirizia” Tea & Coffee House – Ravenna – Prezzo per 50 gr: 4,5 euro (9 per 100 gr)

Le foglie sono arrotolate in forma allungata e sottile. Il sapore è forte e persistente, il tè nero è ricchissimo di antiossidante, quindi dà un sapore definito “astringente”, ovvero leggermente amarognolo, ma che indica la bontà del tè – ovvero naturale e pieno di polifenoli (quindi che ci reca moltissimi benefici, soprattutto alla pelle). Il colore del tè è ben scuro, ambrato scuro. Il sapore della liquirizia è ben accompagnato con quello dell’anice, che rende il tè davvero piacevole e di un aroma ben forte.

La ricetta.

Mousse al cioccolato e tè alla liquirizia

Ingredienti:
x4 persone

  • 140 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 3 albumi (105 ml di albumi)
  • 60 ml latte di soia
  • 90 gr di zucchero di canna
  • 45 ml di acqua
  • 1 cucchiaio colmo di tè alla liquirizia

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di riposo: 3 ore

Preparazione:

Versate 1 cucchiaino di tè in 60 ml di latte e fate scaldare leggermente, lasciando in infusione per il tempo scritto sulla confezione del vostro tè (sul mio 4 minuti).

Spezzettate 140 gr di cioccolato e fatelo fondere, a fiamma bassissima, in un pentolino dal fondo spesso col latte filtrato. Per rendere la mousse più compatta, potete sciogliere un cucchiaino di amido di mais nel cioccolato.

In un altro pentolino, mescolate 90 gr di zucchero di canna con 45 ml di acqua e fatelo sciogliere per bene. A questo punto, cuocete, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non si saranno formate delle bollicine lungo tutto il bordo del pentolino (temperatura tra 117° e 121°, se avete un termometro da cucina!).

Montate i 3 albumi a mano ferma in una ciotola. Quando lo sciroppo sarà pronto, versatene metà negli albumi, poco alla volta, continuando a montare, poi aggiungendo il resto a filo, in modo da non creare uno shock termico tra la temperatura delle uova (fredda) e quello del caramello (caldo). Continuate a montare fino a ottenere una meringa molto soda, gonfia e ben lucida.*

Unite il composto di latte e cioccolato alla meringa, amalgamando con delicatezza dall’alto verso il basso con una spatola o un cucchiaio di legno. Versate il tutto in 6 coppette da gelato e ponetele in frigo per almeno 3 ore. Decorate la mousse con qualche foglia di tè oppure delle nocciole o del cacao amaro.

Sorpresa! Questa ricetta è light e contiene solo 210 kcal a porzione!

*questo procedimento è quello per la meringa all’italiana: la peculiarità della ricetta italiana è che gli albumi vengono montati aggiungendo a filo uno sciroppo bollente di acqua e zucchero. Questa sorta di pastorizzazione dà luogo a un composto molto stabile, ideale per spatolare i dessert o ricoprirli di decori, oppure da unire a spume o creme al burro per alleggerirle.

Precedente I sani venerdì: insalata invernale di spinaci Successivo Geek Chicken: due fritture & scialatielli ai frutti di mare #Gomorra

Lascia un commento