10 cose da sapere sul sushi

Siete sicuri di conoscere l’origine dei vostri cibi preferiti? Io sono una grande appassionata di cibi orientali, soprattutto il sushi… Ma non pensavo nascondesse così tanti “segreti” :O e voi, quante ne conoscete?

Come molti di voi sapranno, il sushi è un piatto freddo a base di pesce e riso, tipicamente giapponese. Ma siete sicuri di conoscere proprio tutto?

1) Il sushi è un piatto cinese. A quanto pare i cinesi hanno inventato anche il sushi! La storia del sushi è molto antica, risale al IV secolo a.C., dove in varie zone del sud-est asiatico veniva utilizzato un particolare metodo di conservazione del pesce: veniva eviscerato, salato e posto in mezzo a del riso cotto a vapore. La fermentazione del riso provocava una reazione che permetteva la conservazione del pesce anche per vari mesi. Il sushi che conosciamo oggi è il miglioramento di questa tecnica, avvenuta in Giappone durante i vari secoli (in Cina il cibo crudo non era apprezzato). Il sushi che conosciamo oggi, apparve solo nel 1800.

2) Il sushi è un piatto finger food. Inutile che facciate i fighi con le bacchette, in Giappone vi prenderebbero per maleducati!

3) Il wasabi. La pasta di colore verde che spesso trovate accanto al sushi, dal sapore molto forte e piccante, non è il vero wasabi: si tratta di rafano con colorante verde. Il vero wasabi si ottiene dalla pianta del ravanello giapponese (WASABIA JAPONICA), il quale è molto costoso. In Giappone viene utilizzato soprattutto per il suo potere antibatterico.

4) Lo zenzero. Viene tagliato in fettine molto sottili e lasciate macerare nell’aceto e serve a “sciacquarsi” la bocca tra una portata e l’altra. Quasi come il nostro sorbetto!

5) Il tonno e il salmone. In Giappone, il salmone è un alimento molto costoso, poichè è esportato dalla Norvegia. Si può trovare solo in ristoranti a 5 stelle. Il tonno, invece, viene tagliato in modo diverso: l’akami, la parte più magra e scusa del tonno, molto economica; il chutoro, con una parte più grassa e, infine, la parte più grassa e costosa, l’otoro.

6) La salsa di soia. Seconda la ricetta tramandata dalla tradizione, andrebbe preparata facendo fermentare per mesi i semi di soia, il sale e l’acqua. Oggi viene prodotta in pochi giorni utilizzando della soia idrolizzata. Va accompagnata solo al pesce e non al riso, per non nasconderne il sapore.

7) La zuppa di miso. Tipica zuppa tradizionale della cucina giapponese, viene ordinata a fine pasto. Ha una funzione digestiva ed è molto importante, perchè è simbolo di longevità. Il miso è una pasta di soia fermentata. Oltre a questo, si aggiunge il danshi (scaglie di tonnetto essiccate) e l’alga kombu.

8) L’ordine. Per aumentare il gusto, bisognerebbe mangiare il sushi in un certo ordine.

9) Sfregare le bacchette. In Giappone, è considerato da maleducati strofinare le bacchette dopo averle separate. Lo chef potrebbe offendersi perchè considererebbe il nostro gesto come un’offesa alla qualità dei suoi utensili.

10) Il linguaggio. Le parole sono molto importanti ed è sempre giusto ringraziare per quel che ci viene offerto. Inoltre, se non conosciamo i piatti che stiamo per mangiare, possiamo sempre fidarci dello chef e farci consigliare omakase! (Mi fido di te)

Precedente Geek Chicken: ghiaccioli al sale marino #Kingdom Hearts Successivo Baozi (panini al vapore ripieni)

2 commenti su “10 cose da sapere sul sushi

  1. Questi sono i post che piacciono a me quelli che una volta letti quando passi ti arricchisci di qualcosa che non sapevi! grazie Ilaria. Un abbraccio

Lascia un commento :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.