L’angolo del tè: una rubrica di e sul tè #5

Anche questo mese, la rubrica torna! E questo mese, ricettina salata: più nello specifico? Un primo piatto da leccarsi i baffi! Io Mi son mangiata ben due piattoni pieni pieni, ma devo dire che son rimasti tutti molto contenti della ricetta – assai bizzarra -, ma apprezzatissima!

Ho utilizzato uno dei miei tè preferiti, regalo di un amico per il mio compleanno: io lo adoro!

Il tè.

Tè nero “Imperial Or” – Dammann Frères – Milano – 6 euro 100 grammi

Le foglie sono allungate e sottili, di colore nero – molto scure. Già all’apertura della confezione si può avvertire un fortissimo odore di affumicatura. Il sapore è molto forte, retrogusto leggermente amaro e – ovviamente – affmicato. Il colore del tè rosso scuro (infatti in Cina i tè neri sono chiamati “rossi”).

La ricetta.

Gnocchi di patate al tè nero

Ingredienti:
x6 persone

  • 1 kg di patate per gnocchi
  • 500 gr di farina 00 (circa)
  • 10 cucchiaini di tè nero affumicato
  • 100 gr di pancetta
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 – 3 cucchiai di olio evo
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • Sale q.b.

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: 1 ora

Sciacquare le patate strofinando la buccia e cuocere in acqua bollente con i 10 cucchiaini di tè (sarebbero 5 cucchiai da tavola) fino ad averle tenere (circa 40 minuti – 1 ora). Scolarle, farle freddare leggermente, passarle nello schiacciapatate (senza sbucciarle: lo strumento non farà passare la buccia!) ottenendo una pasta molto liscia. Metterle in una ciotola e iniziare ad aggiungere la farina necessaria fino ad ottenere un impasto compatto (la quantità di farina necessaria dipende dalla qualità più o meno acquosa delle patate). Lavorate per bene la pasta e formate dei lunghi bastonicini dello spessore di un dito. Tagliare a pezzetti di circa 5 cm e premere ciascun pezzetto su un tagliere riga-gnocchi, i denti di una forchetta o il retro di una grattugia, in modo che ogni gnocco risulti “scavato” sul rovescio e con la superficie decorata. Avrete per ognuno di questo strumento un disegno diverso!

Ponete gli gnocchi su un tagliere di carta o su un apposito asciuga-pasta e, nel frattempo, preparate il condimento.

Fate scaldare in una padella l’olio con i due spicchi d’aglio, fino a quando questi non inizieranno a colorarsi leggermente. Unite la pancetta e fatela rosolare per bene, tenete in caldo a fiamma bassissima mentre cuocete gli gnocchi.

Per cuocere la vostra pasta, potete riutilizzare l’acqua di cottura delle patate o cambiarla: cuocete circa 30 gnocchi alla volta (altrimenti si attaccheranno) in acqua bollente salata e con una schiumarola toglieteli dalla pentola non appena inizieranno ad emergere.

Scolateli nella padella con il condimento e aggiungete le foglioline di salvia e il parmigiano, facendo saltare il tutto per condire bene. Servite ben caldo!

Il blog è anche su FACEBOOK!
Il blog è anche su GOOGLE+!
Il blog è anche su TWITTER!

Precedente 10 cose da sapere sull'avocado Successivo I sani venerdì: merluzzo con pomodori secchi e rucola

53 thoughts on “L’angolo del tè: una rubrica di e sul tè #5

  1. Che bella trovata questa degli gnocchi al te! Devo provare una di queste ricettine con il te 🙂 quella del risotto mi era piaciuta particolarmente 😀 A proposito, ma tu fai gli gnocchi senza l’uovo, io li ho sempre fatto con 1 uovo, forse questa è una differenza tra le ricette del nord e quelle del sud

  2. ma senza pancetta, mica si arrabbierà qualcuno se non ce la metto no? In fin dei conti, voglio dire, il the è il the a me già basta quello!

Lascia un commento :)