Omini di pan di zenzero (senza glutine e senza lattosio)

L’altro giorno pensavo a cosa regalare alla gente per Natale e ho avuto l’idea di prepare dei biscotti. E pensa pensa pensa… Quello è allergico al lattosio, a quello fanno schifo le uova nella pasta, quell’altro è celiaco, quello si mangia i fagioli, quello i carciofi… Ormai con tutte queste allergie e diete alimentari non si sa più che cosa fare e quindi ho trovato una simpatica soluzione: questi dolcetti senza glutine e senza lattosio! Che all’occorrenza possono diventare anche vegani, se escludete la decorazione della ghiaccia reale (così fate felici tutti, tranne quelli a dieta perenne – si, anche a Natale – e i mangiatori compulsivi di carciofi e fagioli)

pan-di-zenzero-senza-glutine-2

Ingredienti: x circa 60 biscotti*

Per i biscotti:

  • 300 gr di preparato tante torte Tre Mulini (senza glutine: farina di riso + amido di mais e agenti lievitanti adatti)
  • 50 gr zucchero di canna integrale
  • 1 pizzico di sale
  • 70 ml di olio evo dal gusto delicato (o un olio di semi)
  • Acqua ghiacciata q.b. (1/2 bicchiere circa)
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano (o 1/2 in polvere)
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero

Per le decorazioni:

  • 2 albumi
  • 150-170 gr di zucchero a velo
  • Colorante alimentare rosso, verde e blu (o dei colori che preferite)

Tempo di preparazione: (per i biscotti) 10 minuti

Tempo di riposo: (per la pasta dei biscotti) 30 minuti

Tempo di cottura: (per i biscotti) 2-5 minuti

Tempo di preparazione: (per la ghiaccia) 10 minuti

Tempo di riposo: 2 ore circa

Preparazione:

Per i biscotti.

In una ciotola capiente, mescolate insieme la farina con un pizzico di sale, le spezie con lo zucchero e il lievito e, dopo aver mescolato con un cucchiaio, unite anche l’olio. Continuate a lavorare con il cucchiaio e poi, poco alla volta, unite l’acqua: questa operazione è molto importante perché l’acqua sostituisce le uova della pasta frolla, quindi fate attenzione! Quando avrete ottenuto una pasta che non si attacca più alle mani e alle pareti della ciotola e, soprattutto, quando farete pressione con un dito sentirete che la pasta è bella soda, create una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e poi schiacciatela leggermente. Mettetela in frigo a “sudare” l’olio: in questo modo tutto l’olio in eccesso verrà eliminato dalla pasta e voi potrete tranquillamente lavorarla.

Una volta passata una mezz’ora (toccate il panetto: dev’essere diventato ben duro), accendete il forno e preriscaldatelo a 180°. Su una spianatoia, mettete della carta forno (la carta forno serve per non far attaccare la pasta sul piano di lavoro perché la pasta senza glutine è più delicata) e poi lavorate su di essa la pasta, stendendo un po’ di preparato per non farla attaccare o della farina di riso*. Create le formine a forma di omino e poi spostate in una teglia coperta di carta forno (potete utilizzare anche la stessa che avete usato per stendere).

Appena i bordi si saranno colorati, togliete dal forno e fate raffreddare per bene prima di toccare, una volta che si saranno induriti, potrete passare alla decorazione.

Per la ghiaccia reale. Io non amo particolarmente l’uovo crudo, quindi, sfogliando un po’ di riviste e navigando un po’ in rete, ho trovato un modo per fare la ghiaccia reale “cotta” (che ha anche un altro lato positivo: non bisogna aspettare che i biscotti siano freddissimi, perché è calda anche lei!).

Lavate con attenzione i gusci delle uova: questo eviterà un primo contatto con i batteri e, comunque, pulirete le uova, che non è mai sbagliato quando dovete utilizzarle per meringhe o altre preparazioni crude. Dividete i bianchi dai rossi e ponete gli albumi in una ciotola in acciaio inox o silicone, o comunque adatta al bagnomaria. Sistematela su una pentola già piena per metà di acqua calda (e che sia grande quanto la ciotola) e iniziate a montare con le fruste e, con calma, unite lo zucchero, continuando a frustare. Quando avrete ottenuto un composto ben sodo e omogeneo, dividete la vostra ghiaccia in più ciotole e versate in ognuna il colorante alimentare che avrete deciso di usare e poi riempite delle sac à poche usa e getta e iniziate a decorare i vostri biscotti!

Lasciate raffreddare la ghiaccia per almeno 2 ore prima di toccare i biscotti (consigliabile anche una notte intera).

pan-di-zenzero-senza-glutine-4 pan-di-zenzero-senza-glutine-3

ilaria

Girando su Pinterest, ho trovato anche delle bellissime scatoline di cartoncino (ovvero quella che vedete in foto) per regalare i vostri biscotti in maniera assolutamente adorabile: è davvero facilissimo e ci vuole pochissima manualità (giuro, se lo dico io ce ne vuole davvero pochissimo)! Siete curiosi di sapere come si fa? Ovviamente io ho scaricato la foto dal sito e l’ho ritagliata per farvi vedere l’esecuzione, ma vi basterà ricopiare le linee guida qua sotto e incollare in modo da far uscire una casetta, decorare come più vi piace (a me il minimal piace tantissimo, poi voi fate come vi pare) e regalare (ovviamente ricordatevi di metterci i biscotti dentro e non mangiateli tutti 😛 )

pan-di-zenzero

*ovviamente il numero di biscotti dipende dalle formine utilizzate.

*io ho aromatizzato anche la farina utilizzata per stendere la pasta, in modo da lasciare un bel sapore ai biscotti!


Con questa mia ricetta, partecipo alla raccolta Un biscotto Free per Natale del blog Shake your Free Life.

Il blog è anche su FACEBOOK!
Il blog è anche su GOOGLE+!
Il blog è anche su TWITTER!

Precedente I sani venerdì: zuppa di zucca e fagioli Successivo Delizia al pistacchio

98 thoughts on “Omini di pan di zenzero (senza glutine e senza lattosio)

  1. Pingback: 24 dicembre

  2. Pingback: Christmas Tag! | Racconti dal passato

  3. Ciao Ilaria, in questi giorni stavo proprio pensando alle intolleranze alimentari ed ho sempre un grande rispetto per chi si dedica con amore alla cucina “senza”. Sei proprio brava e questi biscottini perfetti per tutti, anche per i “tolleranti”. Buona settimana <3

    • Ho notato il tuo articolo! Io quando faccio questi dolci – o comunque cose senza – li preparo per 3 persone che mi sono care, anche se abbastanza lontanucce! Buona fine del lunedì <3

      • Appunto, anch’io facevo le “cosine” senza lattosio perchè ello mi aveva detto di essere intolerante, finchè.. Mi sno accorta che sparivano dal frigo le mie mozzarelle 😀

  4. Belliniiiiii!!! Io li ho fatti lo scorso anno, ma se riesco lo rifaccio anche questo….sono buonissimi è molto molto carini! Poi i tuoi sono veramente adatto a tutti…bravissima!!

    • La cosa parte tutta da mio cugino che non può mangiare la farina bianca e i derivati del latte… E non so mai come fare con lui! Quindi ecco un po’ d’ingegno e ho risolto il Natale a parecchia gente ahahah
      Ovviamente ho fatto anche una versione normale ahahah

  5. Bravissima, sono belli e buoni, ottima ricetta che accontenta tutti, anche la casetta e’ carina, grazie dell’idea, bacioni cara, <3

  6. Guarda qui che omini!!! Sono bellissimi comunque, mi piace la decorazione, cosa che io evito largamente dato la mia poca capacità! Lasciamene uno che arrivo ad assaggiarlo! Un abbraccio Ila!

  7. io mi sono pure un po’ stufata del pandoro e del panettone… per natale 2016: omini di pan di zenzero!!!
    questi poi son bellissimi

    • Vogliamo stravolgere alla grande le tradizioni! Io vorrei fare il panettone, perchè quelli comprati mi fanno parecchio bleah… Forse provandolo a fare io per due giorni interi me lo faccio piacere ahahah
      Sono contenta che ti piacciano gli omini! A breve farò uscire anche la versione per noi non intolleranti XD

  8. Ilaria! Abbiamo avuto la stessa ideaaaa! Però vedi che menti diverse e mani diverse fanno ricette simili ma non uguali! Sono bellissimi (volevo inserire un cuoricino ma dal Cell non va! Fa come ci fosse ;))

  9. Sono bellissimi e immagino anche molto buoni, mi piacciono molto le spezie nei dolci. Ma che fatica!, un lavoro troppo lungo per la mia pigrizia! Dovrò cercare di farmeli regalare da qualcuno che li faccia per me! 😀 😀 😀

Lascia un commento :)