Riso nero integrale con gamberetti su letto di zucca

Giuro, è emozionante scrivere un titolo così figo! Comunque, il piatto è stato preparato in collaborazione con mia sorella, io giocavo con mia nipote e lei preparava un pezzo, lei dava da mangiare alla piccola e io facevo un’altra parte. Un super e doppio lavoro di squadra! Comunque, la ricetta finale, differentemente dal titolo, è davvero semplice, ma l’aspetto finale vi farà fare davvero una bellissima figura!

risotto-gamberetti-zucca-35

Ingredienti: x4 persone

  • 320 gr di riso nero integrale di Sibari
  • ½ scalogno
  • 1 puntina di peperoncino
  • 500 gr di gamberetti già sgusciati e privati della testa
  • ½ bicchiere di brodo vegetale
  • 4 gamberoni
  • Una spruzzata di Brandy
  • ½ zucca
  • Olio evo q.b.
  • Pepe, sale, curcuma q.b.
  • Prezzemolo fresco q.b.
  • 1 cucchiaio di parmigiano

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: (della vellutata) 40 minuti

Tempo di cottura: 20 – 25 minuti

Preparazione:

Per la vellutata: sbollentare la zucca privata della buccia (circa 40 minuti) o cuocerla al vapore fino a quando non sarà diventata morbida. Passare la polpa al mixer, aggiungere olio, sale e pepe a piacere. Se volete, potete insaporire la zucca con un cucchiaio di parmigiano e renderla più “colorata” con un cucchiaino di curcuma.

Per il risotto: tritare finemente lo scalogno e porlo in una padella dai bordi alti e dal fondo spesso assieme a 2 cucchiai di olio evo. Unite il peperoncino (se usate il fresco, unite un po’ di semi) e fate appassire il tutto. Quando sarà diventato ben trasparente, unite i gamberetti e sfumate col brandy, facendo cuocere per un massimo di 5 minuti a fiamma media bassa. Spegnete il tutto e tenete in caldo.

Cuocere il riso in abbondante acqua bollente salata. Leggete con attenzione i tempi di cottura, perché il riso integrale nero ha tempi di cottura molto lunghi.

Consiglio per la cottura più veloce del riso: potete metterlo qualche ora a bagno per velocizzare la successiva cottura. Preferibile anche dalla sera prima, cambiando l’acqua almeno una volta.

Scolate il riso al dente e fatelo saltare in padella con il brodo vegetale, per far amalgamare il tutto e farlo insaporire.

Per la decorazione finale: scottate in una padella bollente antiaderente i gamberoni. Ponete un cucchiaio ben colpo di vellutata di zucca e, battendo con il palmo della mano sotto il piatto, create un cerchio perfetto. Con il dorso di un cucchiaio, create l’onda della decorazione in foto. Con delicatezza, sistemate un coppa pasta sulla vellutata e con un cucchiaio spargete il riso con i gamberetti, premendo solo nel finale per far aderire il tutto. Andate avanti fino a finire tutto il risotto. Infine, ponete il gamberone, un filo d’olio e prezzemolo tritato a fresco. A piacere, potete anche macinare un po’ di pepe nero fresco.

risotto-gamberetti-zucca-42

-Ilaria-


Con questa ricetta partecipo al contest The Mystery basket ideato da La mia famiglia ai fornelli e ospitato per il mese di Ottobre da Senza è buono. Gli ingredienti utilizzati sono la zucca e il riso.

mystery-ottobre

Il blog è anche su FACEBOOK!
Il blog è anche su GOOGLE+!
Il blog è anche su TWITTER!

Precedente I menù fuori casa: panino con frittata e carciofini Successivo Vellutata di zucca e ceci con baccalà

66 thoughts on “Riso nero integrale con gamberetti su letto di zucca

  1. Sempre più brava! Ho bisogno di nuove idee e questa è molto invitante. Grazie per il consiglio che velocizza la cottura del riso 🙂

  2. Bellissima questa ricetta, molto bello anche il contrasto dei colori del piatto…mi piacciono le ricette che portano colore in tavola…

  3. Wow! Che super risotto! Adoro il riso Venere 🙂 ottimo l’abbinamento con zucca e gamberetti…bravissima <3 e grazie per aver dedicato questa delizia alla raccolta. Un abbraccio

  4. Complimentissimiiii, bellissima presentazione, sugli abbinamenti niente da ridire, già sperimentati e approvati, il riso nero mi piace più del bianco.

    • Sto cercando di imparare un po’ 😀 in un video di una foodblogger americana consigliava di “copiare” le foto degli altri per poi imparare a creare un proprio stile. A me piace molto questo minimal!

      • Beh emulare lo stile di qualcun’altro é vero che ti permette poi di trovare il tuo. Poiché quella foto non verrà mai uguale. Avrà toni e qualcosa di simile, ma servirà a te per capire ed imparare.
        La foto che hai scattato stavolta è davvero bella.

  5. Che bello, mi hai fatto scoprire un’iniziativa bellissima. Seguo “senza è buono” ma me l’ero perso questo! Comunque zucca e riso nero li adoro, come anche l’abbinamento riso nero e gamberetti.. quindi deve essere sicuramente una bomba!

  6. Questo è un piatto dall’aspetto molto chic, sicuramente si fa bella figura a presentarlo, e poi l’accostamento di sapori è molto stuzzicante. Questa varietà di riso così scura non la conoscevo, a prima vista mi sembrava il venere!

Lascia un commento :)